20.12.08

Fuori sincrono

Certo che è bello strano, essere con Quasifratello in fumetteria, e vederlo girarsi e dirmi
"Certo che sei una merda".
Eh?
E scoprire che solo oggi viene a scoprire una cosa successa più di tre anni fa.
Per caso, per altro.
"Da quand'è che salti addosso ai miei amici e non mi fai sapere nulla?"
A dire la verità, non è andata esattamente così.
E' andata in un modo strano, che non ho controllato, lusinghiero ma senza nessun genere di conseguenze.
Ho cambiato colore quelle quindici volte, e poi siamo andati a bere un caffè.
E' stato più di tre anni fa, ed è assurdo come il ricordo mi faccia sorridere oggi.
Alla faccia di lui, che domani mi starà davanti tenendo la mano alla sua signora.
"Se c'è una cosa che mi fa incazzare, Rain, è quando stai male per un deficiente. Uno normale, capisco, ma un deficiente no, no, no."

7 commenti:

grig-io il blogorroico ha detto...

:)

SunOfYork ha detto...

ma allora esiste gente che frequenta le fumetterie!
sun

Amaracchia ha detto...

Esiste un uomo con memoria storica! :D

crimson74 ha detto...

Non sapevo frequentassi quei luoghi di perdizione che rispondono al nome di fumetterie (che tra l'altro si presta a molteplici fraintendimenti: "vado dal fumettaro"... "Da chi?!?!")
Un saluto, e auguri di serene e tranquille festività :)

Luci ha detto...

Buone feste!!!

rainbowsparks ha detto...

Io frequento (raramente, lo ammetto) le fumetterie, frequento uomini strani che mi sgridano e mi sbaciucchiano i capelli, frequento donne assurde che mi abbracciano quando ho un'influenza virale pazzesca.
E da questo punto di vista, vi dirò, sono molto contenta :)

Anonimo ha detto...

si vede che di meno non ti meriti ;)
tartablu