20.3.08

Analyze this

Stanotte ho sognato prima che mi fidanzavo con Scamarcio (!) poi con Marco Bazzoni (!!), causa probabilmente troppe battutine tristi alla Colorado con le amiche in università, e dopo questo tripudio di strani ricciolissimi fidanzamenti, andavo in un ospedale che confinava con un pub (probabilmente affiliato!) dove mi svelavano che si era avverato il peggiore incubo della mia infanzia: mi ero punta un piede sulla spiaggia con l'ago di qualche eroinomane infetto e sebbene non fosse uscita nemmeno una punta di sangue ero spacciata.
Ho pianto tantissimo, e in un armadio (!) c'era il peggiore dei miei corteggiatori realissimo e disgraziato che mi ha detto "Indovina cosa sono?Uno spettro" "Anch'io" risposi, prima di rimettermi a piangere.


Fortunatamente mi sono svegliata, cercando almeno di ricordarmi la parte dei vari corteggiamenti, nei quali ricevevo un sacco di collane di perline e conchiglie.

Vi assicuro che non mi drogo.

4 commenti:

zefirina ha detto...

certo che son sogni degni di una sceneggiatura!!!!

sicura di non aver nemmeno mangiato pesante???

iggy ha detto...

urcuggiuda. nommale!

grig-io il blogorroico ha detto...

«bello come l’incontro casuale di una macchina da cucire e di un ombrello su un tavolo operatorio»

citazione da Comte de Lautréamont (grazie a Google per la delucidazione sull'autore, mi pareva fosse stato André Breton.. vabbè, debbo ripassare un po' di surrealismo)

crimson74 ha detto...

Criteri estetici a parte, che lascio a te, non se sia meglio uno che fa ridere volontariamente, o uno che fa ridere senza volere...