6.3.07

Test

Perchè è tardi,volevo scrivere ma non sapevo cosa.
Rubato al povero Francesco.

SONO: Sono un gomitolo di razionalità ed istinto. Male amalgamati.
TENDENZIALMENTE SEMBRO: Dissero Bontina. Sì,la puffa. Ma quelli erano gli occhi dell'ammmore.Dissero una pazza. Ma quelli erano rimbrotti affettuosi. Dissero una stronza. Ma in quel caso erano calunnie. Forse un po' di tutto questo.
FREQUENTO: Soltanto le persone che apprezzo,e nemmeno tutte,purtroppo.
EVITO: Di rendermi da sola la vita insostenibile piegandomi anche a scelte di comodo.
AMO: Le idee brillanti, le risate,rotolarmi sui tappeti in compagnia, cucinare, mangiare, un bel film, la musica, alcuni libri e alcuni vestiti, spettegolare al bar con le amiche,un abbraccio caldo, ridere chiusa in una macchina con altri,cantare chiusa in una macchina da sola, riuscire a guardarmi negli occhi ogni mattina, mordermi un labbro ma andare avanti, le persone pulite, le occasioni colte,l'onestà che paga, il dialogo e la democrazia.
ODIO: La violenza -e non parlo solo di quella fisica,ma anche-, l'oppressione, il senso di colpa appiccicoso come miele, la malattia, i chili di troppo,quando la mattina non hai voglia di alzarti,i fagioli,le ingiustizie,l'arroganza,le persone stupide,le persone perfide, i sadici e i masochisti, chi pretende di aver ragione,chi ti passa davanti in coda, chi ti dice "se c'è qualche problema la chiamo" e non si fa sentire per lasciarti tutta una mattinata in balia della burocrazia,la mancanza di puntualità e di sincerità,quanto la mancanza di tatto.
ADORO: Mangiare un bel gelato in mezzo a un prato pieno di margheritine,vedere che entro nel paio di jeans nel quale entravo un anno fa, pensare che posso svegliarmi tardi,alzarmi sapendo di avere davanti una giornata bellissima,sentirmi stanca ed appagata,vedere un gesto di vera amicizia nei miei confronti, prendere dei regali idioti per vedere la faccia che fanno i miei amici quando glieli piazzo in mano senza bisogno di nessuna ricorrenza (questo però è molto raro, accade solo in determinate condizioni e con determinate persone).
DETESTO: Gli arroganti, chi pretende di saperne più di te,chi continua a infastidirti quando ha capito che non è il caso,chi non ricambia le gentilezze,chi non sa parlare in modo amabile,chi ti dice "cinque minuti" e ti fa aspettare due giorni,chi non mantiene la parola data,chi fa battute acide agli altri solo perchè gli girano le palle, chi ripete sempre e solo la stessa lamentela senza muovere un dito,chi non apprezza gli sforzi che si fanno,chi chiude le orecchie e si rifiuta di sentire le tue ragioni.
RICORDO: Semplicemente,quasi tutto. Ricordo la mia infanzia travagliata,i corridoi degli ospedali,ricordo i vestiti delle infermiere e le mie foto nel letto. Ricordo le elementari e la mia maestra di italiano,e quella di scienze. Ricordo l'interrogazione muta in quarta elementare e in quinta ginnasio,le uniche due. Ricordo la maturità, l'esame di terza media, il modo in cui ero uscita dalla scuola coi pantaloni bianchi e il passo felice, e quello in cui un ragazzo in bicicletta mi ha urlato "Fammi un pompino",come sempre,perchè così si sfogava,e io sorridente per la prima volta non l'ho mandato affanculo ma solo ignorato. Ricordo il primo amore,le prime parole che mi disse e le ultime (molti anni dopo),ricordo il dolore di non essere mai stata con lui, ricordo il mio primo bacio,l'ultimo,ricordo la musica, ogni amica fondamentale nel mio percorso,quelle meno, ricordo ogni amico fondamentale,ricordo i tradimenti,ricordo gli schiaffi, ricordo le mancanze. Ricordo i pranzi cucinati solo per farmi ridere,i discorsi avvolta in un sacco a pelo,le sue mani,i suoi baci, ricordo i suoi occhi di ghiaccio quand'è finita,ricordo l'ultimo esame che ho fatto e quello più importante,una buona dose di sms e di discorsi,ho tutte le lettere cartacee in un posto,insomma,ricordo tutto.
RIMUOVO: se l'ho rimosso,non mi ricordo cos'è.La morte,credo.
RESTO INDIFFERENTE: Di fronte ai soliti giochetti visti e rivisti.
MI COLPISCE: Il modo assurdo in cui la vita riesce a cambiare sotto i miei occhi e a modificare quello che sembra un futuro già scritto,il modo in cui riesce a conservare certe frustrazioni tanto a lungo quando vuole lei, il fatto che io sono stata messa al tappeto tante volte eppure -fragilina fragiletta quale sono- mi sono sempre rialzata.
MI INNERVOSISCE: Aspettare e non sapere cosa succederà, i piccoli contrattempi,le dimenticanze,le gaffes.
MI RILASSA: La musica,un bagno caldo,piangere,un abbraccio,una cioccolata e una risata, una notte a ballare,una notte semplicemente sul mio letto o su una spiaggia,il mare all'alba quando lo abbracci con gli occhi,tutta sola,sulla prua di una nave.
CHIEDO: Lealtà,sincerità,fantasia,l'elasticità che io non ho, una buona dose di pazienza e di rispetto, un senso dell'umorismo ben affilato,una dolcezza di fondo e tanta tanta tanta intelligenza. Che basti per due.
OFFRO: Beh, insomma,tutto ciò che posso,se è meritato. Se no qualcosa. Il bene e il male sono inclusi nello stesso pacchetto.
SE MI DANNO 10: Se l'ho meritato,gioisco. Se non l'ho meritato, resto indifferente.
SE DO 10: Vuol dire che è davvero tutto perfetto.
IMPAZZISCO: Per i massaggi sulla schiena, i cioccolatini, una manciata di attori e di musicisti/cantanti, per alcuni piatti cucinati in un certo modo,per il Louvre,per le persone che mi rendono fiera ogni giorno di far parte dell'umanità come loro.
MI DEPRIMO: Quando mi impegno e non accade niente,quando aspetto che il fato bussi alla mia porta ma non bussa,quando sento di essere impantanata ma non so come tirarmene fuori,quando sono impotente rispetto a me e agli eventi,quando vedo che gli altri sono completamente indifferenti alla mia causa,quando mi sento inadeguata.
MI VESTO: Un po' come viene. Ogni volta penso che è la volta buona per comprare qualcosa che dia una svolta,ma chi li ha i soldi per rifarsi un guardaroba?
MI SPOGLIO: Almeno due volte al giorno :)
MI ELETTRIZZA: la sfida con me stessa o con gli altri,allo stesso livello. L'idea di un concerto,di una rivoluzione personale,mi elettrizza riuscire e guardami indietro,osservando il lavoro,una pacca sulla spalla da una persona importante,alcuni sogni e alcune notizie che mi arrivano dai più diversi canali.
MI DEMORALIZZA: Vedere o soffrire le pene di Tantalo e Sisifo (soffro di più le pene di Sisifo che di Tantalo ma vi assicuro che entrambe mi demoralizzano assai)
MI PIACEREBBE: Trovare un equilibrio,trovare l'altra metà della mela,vedermi realizzata e forte nelle mie convinzioni, sperimentando qua e là qualche fugace ma frequente lampo di felicità.

8 commenti:

Clo ha detto...

Ciao! Io volevo lasciartelo il mio contatto msn ma non so dove mandartelo...scusa se ho scritto qui ma non sapevo dove. Clo

rainbowsparks ha detto...

scrivimi a rainbowsparks@gmail.com :)

Clo ha detto...

Fatto!

panzabiker ha detto...

ciao! complimenti per tutto quello che ho visto

Sw4n ha detto...

L'idea di te-gomitolo è bellissima.

Mish ha detto...

Ora lo faccio anche sul mio blog ;)
cmq sì, lo psichiatra si occupa essenzialmente di matti col botto - ma non scordare che il padre della psichiatria è comunque stato Freud, con la psicanalisi. Ah, se hai msn e ti va di aggiungermi, il contatto lo trovi nel mio blog, nella colonna di destra ;) non lo scrivo che già così ho abbastanza spam!
Grazie dei commenti di ieri ;)

Cilions ha detto...

Mai stato più felice per un furto!!!!

vic ha detto...

Posso farti i miei complimenti per questo post? Ah, allora la tesi è sulla canzone d'amore negli anni 90... oppure sul neomelodico. DIMMEL, TI PREGOO!! sono troppo curiosa...