24.2.07

L'Harem di Rainbow: parte cinque


Va beh,tanto prima o poi doveva accadere.
Nel senso che dovevo dirlo,per quei quattro gatti che ancora non lo sapessero,che questo ometto tascabile è in alto sul podio insieme a Neri Marcorè e un altro candidato, non più in vita,forse parimerito con un altro futuro capitolo della rubrica,quest'ultimo mai stato in vita.
Di loro,però,ne parleremo un'altra volta.
Ora mi limito a cogliere l'occasione della Bignardiana intervista barbarica per esprimere ancora una volta tutto il mio tifo da ultras per questa piccola perla del lavoro che vorrei.
Insieme alla Gabanelli e pochi altri,lui sta lì,a farmi vedere come si possono salvare capra,cavoli e pure la faccia.
Nel senso di come si tenga tutto in equilibrio,a volte precario (e chi se lo dimentica,Berlusconi a sorpresa?),a volte goduto (vedisi siparietti con Casini),ma sempre in equilibrio.
Vorrei dilungarmi con tutta una serie di complimenti, quasi deliranti e sicuramente molto vari,ma proprio per quel pudore tipico della sincera ammirazione me ne starò zitta.
Dico solo che per una persona del genere potrei perfino urlare forza Roma forza lupi so' finiti i tempi cupi.
Rinnegando (ma solo un attimo!) la mia fede interista.
Alè.

4 commenti:

vic ha detto...

Finalmente hai fatto pubblicamente outing, allora!! Io purtroppo mi sono persa sia la sua intervista, sia quella della Bignardi a Vendola (di cui sono una tifosa...). Aspetto che qualcuno le metta on-line sul sito delle Invasioni.

grig-io il blogorroico ha detto...

bè, questo è tifo da ultrà.
bentornata +

velenero ha detto...

eccone uno normale, nel tuo harem degli orrori... :)

zefirina ha detto...

oh my god, si lui mi piace ma sta diventando troppo buono per i miei gusti