30.12.06

Que serà serà

Prova ancora,fallisci ancora,fallisci meglio.
(S. Beckett)

Ho passato mesi orrendi,nella mia vita.
Piangendo per le strade di un paesino al mare, da sola, la mia migliore amica ignara a casa a preparare la pasta.
In qualche salotto della milano bene, distratta dalle parole dell'unico essere umano diverso dalla massa ma comunque troppo sconvolta,troppo triste, così stanca.
Ho provato ad affidarmi in quell'anno a mille sogni,a diete, a qualche risata amara.
Ho fatto cose discutibili dei miei giorni,come dicevano i subsonica.
Oggi arrivo a San Silvestro con le lacrime agli occhi.
Non sono più strafottente,ho paura,calcolo le mie mosse con attenzione perchè so che il gioco è truccatissimo,come direbbero,stavolta,gli Elii.
Non mi sto aspettando niente di buono quest'anno,lo dico fuori dai denti.
Due cose,soltanto due,mi premono.
Per il resto sopravviverò come sono sempre sopravvissuta,ma queste due cose le voglio,le vorrei,e per quanto potrò le difenderò con le unghie e con i denti.
Chi vivrà vedrà,e chi mi starà vicino,sarà il benvenuto.
Ma niente zavorre nel 2007,ci sono già abbastanza nuvole in cielo per non desiderare eventuali problemi in più.

Tentare no. Fare,o non fare.
(Yoda)

4 commenti:

lis@ ha detto...

Picci, vedrai che i prossimi 365 giorni ti porteranno tante sorprese inaspettate... sta a te fare in modo che siano belle :-)
BUON ANNO NUOVO
bacino

Fabio Artigiani ha detto...

Quando Tocca A Te

Per ogni giorno caduto dal cielo
e capitato bene o male a terra
con la tua guerra che non c'è chi perde
nè però chi vince
Per ogni amore sbagliato d'un pelo
oppure perso giocandolo a morra
o atteso in coda col tuo numerino
e sei il solo a non spingere
Per ogni ora passata in campo
e non ti sporchi neanche la maglietta
Ci vuol sudore e un minimo di cuore
se non vuoi lo zero a zero
per ogni passo strisciato, stanco
e, nel frattempo, tutto il resto è fretta
e la scelta è o resti fuori
o corri per davvero
C'è chi corre e chi fa correre
e c'è chi non lo sa
io so solo che, io so solo che
Quando tocca a te
quando tocca a te
quando tocca a te
tocca a te
Per ogni schiaffo avuto e da avere
e non ti restano più guance da offrire
e quella mano sempre troppo uguale
che non sai evitare
Per ogni storia andata a finire
nel modo che fa sempre sbadigliare
e in questa festa sei nell'angolino
e non vuoi disturbare
c'è chi sceglie e chi fa scegliere
e c'è chi non lo sa
io so solo che, io so solo che
Quando tocca a te
quando tocca a te
quando tocca a te
tocca a te
Quando tocca a te
quando tocca a te
quando tocca a te
tocca a te

AUGURI, Rainbows.

Fabio

FabioBR ha detto...

Mi chiamo Fabio, vivo in Brasile, e sono il presidente della Banca dei Favori; sicuramente non ti dirà nulla questo nome ma è il progetto ambizioso (il blog) nato poco più di due mesi fa, con l’intento di cambiare qualcosa, di migliorare la nostra vita e di chi ne fa parte...oltre me ci sono 10 iscritti, ci riteniamo una piccola famiglia virtuale con la volontà di realizzare nel mondo reale qualcuno dei nostri sogni. Ti disturbo perché avrei piacere se visitassi la Banca dei Favori al seguente indirizzo: http://italianiestero.blogspot.com/ e mi dicessi cosa ne pensi...se ti ho disturbato chiedo scusa, non era mio intento. Un buon 2007,
Fabio.

grig-io il blogorroico ha detto...

tanto di cappello al buon vecchio Samuel. Suonerà beffardo, ma come ha capito noi poveri novecenteschi lui..