17.11.06

I want a perfect body,I want a perfect soul



Eravamo nate una di fianco all'altra,nell'ospedale dei bambini del capoluogo lombardo, e le nostre mamme si conoscevano.
Ci siamo trovate compagne di banco in prima liceo,ed era come se sedici anni non fossero mai passati.
Poi si cresce, un ragazzo,al solito, ci ha separate.
Io ho fatto una cosa brutta,e lei non me l'ha mai perdonata,nemmeno quando ho chiesto scusa. Mi ha fatto male,ma ho capito.
Oggi mi dicono che è stata molto malata,che non mangiava per niente.
Io ho inghiottito saliva e tristezza.
Una sua omonima che adoro ha problemi molto simili, è dimagrita di più di dieci chili in un mese.
L'ho vista coi suoi occhi azzurri chiedermi se mai un ragazzo qualunque l'avrebbero trovata non carina,decente.
Ho visto una persona dolce, gentile e carina mangiare uno yogurt magro al giorno.
Sentirsi in colpa quando la obbligavo a mangiare una pizza.
Ma non si tratta solo degli altri.
Qualche anno fa,un'estate,decisi che per essere amata dovevo essere bella.
E che per essere bella dovevo essere magra, più magra ancora di quanto io stessa riuscivo a pensare.
Un pacchetto di cracker a mezzogiorno,insalatina alla sera,avevo toccato un peso invidiabile, forse il più basso della mia vita.
Ero visibilmente magra.
E incredibilmente,terribilmente triste.
Ero bella finchè volete, ma ero così triste e pallida e scostante che i ragazzi nemmeno osavano rivolgermi la parola.
Poi presi di nuovo in mano la mia vita, mi tornò l'appetito,e rimisi su i miei chiletti.
E fu allora che ebbi perfino una fugace storia con un ragazzo. Ridevo,e quello gli piaceva.
E' morta una modella in questi giorni,come troverete scritto sul blog di Selvaggia Lucarelli.E' morta di anoresssia, e prima,ovviamente aveva dichiarato ai quattro venti il classico "Io mangio di tutto"
L'ipocrisia che c'è non è banale. Ed è pericolosa,e anche se lo abbiamo sentito mille volte non è sufficiente,perchè non basta sentirsi ripetere che essere magri non serve, l'importante è riuscire a combattere la sensazione di avere bisogno di essere magri,ed è un bisogno atavico,che non ha niente a che fare con i messaggi ripetuti mille volte,ma potrebbe avere a che fare,si spera,con la propria educazione e con l'interiorizzazione di un messaggio.Questo messaggio.
Non è facile guardarsi allo specchio, non lo è.
E non c'è da banalizzare quando per piacersi ci si sente costretti a eliminarsi.

3 commenti:

sonia ha detto...

È una malattia pazzesca...sia l'anoressia che l'abulemia...non ho mai visto una testimonianza simile attraverso un video, nemmeno ho mai conosciuto ragazze qui che soffrissero di questo...è impresionante ta cosa!


Un abbraccio!

Francesco ha detto...

Curare il proprio corpo è importante, ma lo è altrettanto non violentarlo! Magro non è bello, in forma lo è! allora, via a fare sport e a mangiare cose sane... a non mangiare ci si fa solo del male!

Anonimo ha detto...

del video la musica non mi fa impazzire, e il finale mi sembra un po' estremista in senso opposto, ma realizzare che la maggior parte di quelle foto non sono documentazioni di campi di sterminio fa riflettere parecchio..