11.10.06

Il sentiero dei nidi di ragno

Dove per nidi di ragno si intende il dedalo buio e claustrofobico degli uffici da ricevimento dei professori.
Vorrei tanto avere la pistola del tedesco,come Pin, per sentirmi un po' più grande e forte davanti alla loro finta gentilezza e alle porte chiuse in faccia,mondoboia.
Che perlomeno mi sentirei meglio,più viva e soddisfatta.
Il bilancio,invece,è davvero tragico.
Ore di sonno in tre giorni, sì e no una decina.
Obiettivi pienamente raggiunti: zero,parzialmente raggiunti: uno, totalmente falliti: uno.
Si continua fino a sfinimento,sebbene lo sfinimento sia effettivamente vicino.

Voglio nascondermi nei campi di tulipani come Pin,ecco.
Quel libro è l'unica cosa carina di questi giorni.

3 commenti:

velenero ha detto...

Stai, per caso, chiedendo la tesi?

rainbowsparks ha detto...

sei tanto arguto,mio caro Velè. :)

lis@ ha detto...

Ahem... ricevimento? Rispondere alle e-mail? No, ma figurati, quando mai? Per dirla alla Cox, tra le cose che interessano a un professore sono più o meno all'ultimo posto assieme ai peli del naso di Gandhi, alla terza età dei criceti e Beautiful. Sgrunf.
Tati, grazie del commentino... spero di sopravvivere, non ho tempo di far nulla, vorrei una giornata di 48 ore (raddoppiando anche le nanne, però! ^_-)!
bacio