18.6.06

L'aldiquà


Io sono di parte.
E vi dico che quest'uomo farebbe parte del mio harem personale senza nemmeno pensarci due volte,anzi,senza nemmeno pensarci mezza.
Begli occhi e bei modi, un certo fascino intellettual-romantico e una buona capacità di composizione: perfetto,lo prendo.
Se potessi :)
Al di là di questo, a me piace da quando i coccodrilli uscivano fuori dalla doccia,e forse anche da prima (ma ero piccina).
Quel che voglio dire è che nell'ultimo album ci sono delle canzoni carine (e delle canzoni che ho bisogno di sentire ancora qualche volta prima di dire che son carine).
Soltanto Lascia Stare,Lo scrutatore non votante e Sicuro Precariato hanno reso il tempo che il mio mulo ha passato a lavorare fecondo.
Se imparerò ad amare anche le altre canzoni,nessuno mi impedirà di comprare (!) il suo cd.
Il suo è uno stile agrodolce, delle volte un po' difficile,delle volte amaro, corrosivo,ma vale sempre la pena ascoltarlo.
Ecco il trucco: sai già che vale la pena lasciargli una chance e ascoltare,almeno una volta,i suoi lavori.

4 commenti:

derbeer ha detto...

Non ho mai ascoltato Bersani, non so che musica faccia.
Ascolto poco la musica italiana, veramente...

capemaster ha detto...

Porcona! :)

Bravo, ma dopo un po' mi stanca.

velenero ha detto...

...e sai che di persona è di una simpatia coinvolgente? quasi al limite del clownismo...

rainbowsparks ha detto...

Fa anche ridere? FA ANCHE RIDERE?
Lo amo.