7.1.06

Le superstrade sono cattive consigliere

Niente da dire su oggi,anzi.
Il problema è stata la macchina,sulla superstrada,la mano sinistra sul volante e la destra sul cosino dell'autoradio (è pericoloso,bambini,non lo fate).
Una canzone che per me è l'emblema dell'amicizia mi ha sollevato,mi ha fatto pensare come esistano persone belle,come si possa stare bene,sul serio.
E un'altra però si è infilata,e mi ha fatto capire che ci sono cose più strane,cose che accadono in un secondo e in un secondo scompaiono,cose che non puoi controllare nel bene e nel male,che non puoi giustificare e che alle tre di notte,dopo una serata con persone "incensurate",sembrano davvero ridicole.
Cose lontane lontane che lasciano qualche graffietto,come quelli sulle labbra,che non sono un cazzo ma non si capisce come mai,vai sempre a stuzzicarli con la lingua per sentir male.
Stare con gli altri aumenta,in qualche modo,la mia razionalità,il mio distacco: non ho modo di pensare,quando sono tra amici.

Poi torni in macchina da sola e per un po' ti dimentichi di tutte facce con le quali hai riso,non per tanto,solo per il tempo per renderti conto che c'è sempre qualcosa che nella vita non puoi controllare.

Così scendi dalla macchina,lasci che il freddo entri proprio nelle ossa,quasi fisico,apri la porta e vai a scrivere un post del cazzo.
Così ti sfoghi,e poi potrai parlare solo della parte bella e ciarliera della serata,di persone vere,di panettone vero,di tavoli e sedie veri,fatti di materia.
Che poi è l'unica cosa che conta: il resto sono seghe mentali,esseri creati dalla mia immaginazione,pure bolle di sapone.

6 commenti:

grig-io ha detto...

"qualche graffietto,come quelli sulle labbra,che non sono un cazzo ma non si capisce come mai,vai sempre a stuzzicarli con la lingua per sentir male."
vorrrei averlo scritto io.. quanto è vero..

Vale ha detto...

Ciao! Mi sono permessa di frugare qui e la.. sapevo che ti avrei trovata ^_^ Sei stata tanto carina a visitare la mia pagina, volevo almeno ricambiare.
Mi piace molto come scrivi ( a parte quel velo di tristezza / malinconia che mi è molto familiare.. quando si resta da soli e si ha modo di pensare astrattamente si finisce per "stuzzicare i taglietti delle labbra").. tornerò a leggerti (se non ti urta)!
Un saluto, un abbraccio, e a presto!
-La Vale- (quella di ieri sera ^_^)

amira ha detto...

hey, t'aspetta una catena sul mio blogghe..
t'abbraccio!

Anonimo ha detto...

bello. il post è bello.
l'ennesimo post bello.
ma anche l'ennesimo che mi mette addosso tristezza.
se non ti stimassi e non ti volessi bene, ti odierei per tutta la tristezza a cui mi fai pensare.

l'"incensurato" nonchè quasi gambizzato :-)

ciao

rainbowsparks ha detto...

Vale,disgraziatamente non riesco a trovare un modo per scriverti un commento sulla tua pagina,quindi lo faccio qui,speriamo che sia più o meno la stessa cosa.
Grazie dei complimenti :)
Sei sempre la benvenuta,torna a leggermi quando vuoi, tranquilla!
Un bacio a te!

giorgio uni ha detto...

la tristezza e la depressione fanno parte della vita dell' uomo, e solo le persone intelligenti riflettono a lungo, domandandosi un sacco di cose alle quali purtroppo non c'è risposta...