5.5.07

Proposte di lettura

Ogni promessa è debito.
E quando ho detto a Zefirina che avrei raccolto l'invito a scrivere sul blog 5 incipit di libri interessanti, parlavo sul serio. Semplicemente,ero troppo impegnata ad affogare nella maledetta vita di tutti i giorni per farlo, ma ora posso recuperare.
Mi sono permessa di non prendere sempre e comunque l'incipit, ma a volte di scendere di qualche riga, giusto per dare una sfumatura un filino più interessante ai loro contenuti.
Di seguito troverete i miei suggerimenti di lettura...

[..]In mezzo alla stanza, alto su un cavalletto, stava il ritratto a intera figura di un giovane di singolare bellezza,e di fronte ad esso, poco lontano, sedeva il pittore, Basilio Hallward, la cui improvvisa scomparsa alcuni anni fa suscitò tanto interesse nel pubblico e fece sorgere tante strane congetture. [..]
(O.Wilde, Il Ritratto di Dorian Gray)
Perchè il primo vero amore letterario non si scorda mai:la passione e la febbre provata per questo libro, divorato fino all'ultima pagina nei primi giorni della mia preadolescenza, mi ha segnato per sempre.

[..]Pastrocchietto,due anni, è stato imprigionato tra il seggiolone e una tuta superimbottita, che gli consente di muovere solo tre dita e un cucchiaio-protesi. E' stato drogato con sciroppo alla codeina perchè non rompa.[..]
(S. Benni, L'ultima lacrima)
Perchè Benni e il suo universo sono sempre lì, di fianco a me, come Campanellino per Peter Pan, e rendono tutto più vivido, più tragico e più dolce e più ironico, con la loro polvere di stelle.

[..]Dove sono Ella, Kate, Mag, Lizzie, Edith, il tenero cuore, l'anima semplice, la rumorosa, l'orgogliosa, la felice?
Tutte,tutte dormono sulla collina.
Una morì di parto vergognoso, una d'amore contrastato, una per mano di un bruto in un bordello, una d'orgoglio spezzato inseguendo il desiderio del cuore, una dopo una vita nelle lontane Londra e Parigi, fu riportata al suo angusto spazio vicino a Ella e a Kate e a Meg.
Tutte,tutte dormono, dormono sulla collina.[..]
(E.L. Master, L'antologia di Spoon River)
Perchè prima fu la poesia di De Andrè, e poi la poesia delle vite disperate del piccolo paesino a incatenarmi alle loro anime. Nella profonda filosofia di ogni piccolo verso ho trovato per un istante il rimedio alla paura della morte.

[..]sapeva perfino di quanti passi si fosse allontanato dal portone di casa sua: giusto settecentotrenta. Li aveva contati esattamente una volta,tempo addietro, quando era già tutto preso dai suoi sogni. A quel tempo egli non credeva ancora alle sue fantasticherie: era soltanto stuzzicato dalla loro mostruosa ma seducente temerarietà. Ma ora (era trascorso un mese) cominciava a vedere le cose diversamente e, nonostante quei fastidiosi monologhi sulla propria debolezza e sulla propria irrisolutezza, s'era abituato, quasi senza volerlo, a considerare quel sogno "mostruoso" come un'impresa da doversi compiere [..]
(F.Dostoevskij, Delitto e Castigo)
Perchè Raskolnikov sono io, e siamo tutti, quando ci impuntiamo a voler essere grandi, più grandi di quanto la nostra miserrima condizione umana ci può permettere. Siamo tutti quando soffriamo perchè abbiamo peccato di arroganza, quando sentiamo il mondo addosso,quando giochiamo al gatto e il topo coi nostri carnefici, o coi nostri salvatori. Quando finalmente ci pieghiamo al destino, e ci sentiamo più leggeri.


[..]Non è il passato in senso letterale a dominarci, se non, forse, in senso biologico. Sono le sue immagini. Immagini spesso altamente strutturate e selettive,come miti. Immagini e strutture simboliche del passato sono impresse quasi come informazioni genetiche nella nostra sensibilità. Ogni nuova era si specchia nel quadro e nella mitologia attiva del proprio passato o di un passato ripreso da altre culture: misura il proprio senso di identità, di regresso e di progresso, sullo sfondo di quel passato. [..]
(G. Steiner, Nel castello di Barbablù)
Perchè non è necessario che un libro sia stato letto da molto tempo, ma che fin da subito si mostri come un libro che valga la pena di leggere. E pochi libri hanno saputo scavare a fondo nelle mie opinioni, così placide prima di essere messe in discussione dalle riflessioni di Steiner. Pochi libri, senza essere narrativa, sono riusciti a mostrarsi così fondamentali per la mia crescita, e a non farmi dormire la notte.

Passo il testimone, sempre senza nessun obbligo di applicazione a quei miei lettori che non hanno già fatto questo simpatico giochino. Ne dico qualcuno a caso, anche se magari ci faccio una figuraccia, se hanno già partecipato: Grig-io, Nur, Panzabiker, Mishra, Morgania
Attenzione: non è che se non vi ho nominato allora siete esentati! Forza e coraggio, che questa è davvero una catena interessante :)

12 commenti:

vic ha detto...

Grazie cara, mi dai il compito a casa per il weekend...

Blusfumato ha detto...

grazie a questa catena sto trovando molte idee per le prossime letture.. fossero tutte così le catene ^^

Mish ha detto...

domani, che ora ho sonno!!
ciaps

panzabiker ha detto...

ciao !non sono un gran lettore ma farò del mio meglio ciao ciao

rainbowsparks ha detto...

Blusfumato, falla anche tu, se non l'hai già fatta, no? :)

Stex ha detto...

…e io che oggi non sapevo cosa fare… :D :D :D

panzabiker ha detto...

fatto!

zefirina ha detto...

ma lo sia che anche io avevo pensato all'antologia di spoon river ma poi mi sono detta che essendo una raccolta di poesie magari non andava bene!!!!
infatti si potrebbe rilanciare il gioco citando 5 incipit di libri di poesie.....

schoko ha detto...

non si potrà mica ruotare all'infinito..spero!
mi piacciono le colorate sensazioni che trasmette il tuo blog..e vorrei leggere, prima o poi, l'antologia di spoon river..
:)

schoko ha detto...

il tempismo della gente! è quasi una certezza scientifica ormai.. ;)

Anonimo ha detto...

Ma questi sono i miei libri preferiti!!! Complimenti per le scelte, per il blog e per come scrivi.
Grazie per la visita e per il commento, ora ti linko subito...
La Studentessa http://lastudentessafuriosa.splinder.com)

grig-io il blogorroico ha detto...

hehe.. rimedierò presto. spero.