4.4.07

Ma statte zitta.

Sono stata abbandonata a cinque minuti dall'ora di uscita dall'amica con cui dovevo uscire a cena.
Ma si sa, passa il fidanzato,ed è giusto che chi ne ha uno ne usufruisca.
Fatto sta che alle nove e poco più mi trovavo sola, annoiata e affamata davanti alla televisione.
Roma-Manchester: guardata a spizzichi e bocconi, più che altro per una sorta di devozione, e voi sapete a chi.
Poi, la valanga di trash della tv dei reality.
Un due tre stalla cambia veste e cambia timone, sbattuto fuori il vecchio team di autori ci si infila dentro la sempre verde De Filippi,e infatti sembra Amici fatto in campagna.
Ci sono le squadre che si sfidano in varie prove (non canto,non ballo,ma cucito e cultura agricola) e il televoto sceglie il vincitore, che non so che fine farà (spero una fine ingloriosa come quella di Federico Angelucci, Amico prediletto dell'anno 2007).
Una tristezza conclamata, sempre meno tristezza di prima,ma insomma, non è che ci si poteva aspettare molto di più.
Sconvolgente La Sposa perfetta,nuovo reality di rai due.
Sembrava un giochino innocente per famiglie,e si mostra ogni minuto di più l'incarnazione dell'inferno per ogni donna che si voglia definire tale e non straccio da cucina.
la trama è semplice: delle mamme arcigne e arroganti scelgono le future spose per i loro cuccioli.
Cuccioli ultratrentenni che dovrebbero soltanto alzarsi e dire alle loro genitrici che il tempo dei pannolini è finito,e che sanno arrangiarsi da soli.
Cuccioli che,per lo più, a guardarli prendi spavento e ti riconcili con la popolazione media maschile che trovi per strada.
Le aspiranti spose sono tutte gnocche da paura, non si sa scelte con quale criterio,e si sottopongono sottomesse e umili a delle domande lesive di privacy e dignità dalle vecchie megere, chissà per cosa,poi,spero proprio non per quei polletti d'allevamento che vogliono spacciare per bachelor.
"Quante storie hai avuto?" chiede megera numero 1 a ragazza.
"Tre"
"Troppe,io di uomo ne ho avuto solo uno".
Ma saran cazzi tuoi, vecchia cariatide che non sei altro.
E via dicendo.
Il favore delle mamme è direttamente proporzionale all'italianità della candidata,e quando l'esclusa è l'unica partecipante di colore, scatta il putiferio.
Giustamente,aggiungo, trovando di una volgarità vergognosa sia la scelta,palesemente razzista, sia il programma.
La D'Urso è di una volgarità più rustica,meno nascosta,più digeribile.

Davvero in Italia si è ancora della condizione che il cocco di mamma fa tutto ciò che mammina dice,e che mammina si può permettere di umiliare a suo piacimento una donna solo perchè è più giovane?
No,perchè credevo che quella fosse la matrigna di Cenerentola.

Non guarderò certo più il reality,ma mi auspico una ribellione in massa delle giovani, che possano scappare dai maschi dai quali sono separate,trombarli senza pietà e tornarsene a casa, lasciando quelle vecchiarde antipatiche e intransigenti nel loro brodo stantio.

3 commenti:

Annalisa ha detto...

"Le aspiranti spose sono tutte gnocche da paura, non si sa scelte con quale criterio..."

Eh... Quello di essere gnocche da paura?
(terribile, comunque; e a leggerlo - senza averlo visto in TV - ancora più terribile).
Però lo guarderò. Ho un figlio maschio. Tra qualche anno mi tocca fare le interviste alle pretendenti. Così imparo :-P

zefirina ha detto...

quando vedo queste madri di maschi mi viene l'ansia, io non credo di essere così o di diventarlo, adoro mio genero, sentimento ricambiato e penso vorrò bene alle future mogli dei miei figli, a meno che non siano delle str.. megagalattiche, ma con me è facile andare d'accordo (non lo dico io)
comunque rain dovresti dire alla tua amica:
gli uomini passano, le amiche restano, mai e poi mai sacrificare un'amica ad un uomo

velenero ha detto...

...potevi venire nella chat di macchiaradio... ci saremmo fatti quattro risate...

(beh, in tutta sincerità, ce le saremmo fatte solo con il benestare di mia mamma...)