6.11.06

Certe cose non cambiano mai

Trova le sottili differenze.

Enea:
'Infelice Didone, quindi mi era giunto vero l'annuncio che eri morta e che ti eri uccisa con una spada? Fui, ohimè, la causa della tua morte? Giuro per le stelle, per il cielo e se c'è lealtà nel più profondo della Terra, o regina, mi allontanai dalla tua spiaggia malvolentieri. Ma i comandi degli dei, che ora mi spingono ad andare attraverso queste ombre, mi spinsero attraverso luoghi di squallido squallore e la notte profonda; non potei credere di averti dato un dolore così forte a causa della partenza."

Jake Blues:
"Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!"

5 commenti:

zefirina ha detto...

le solite scuse banali, fantasiose ma banali, in molti non sanno nemmeno lasciarti con classe!!!

Marco ha detto...

Diciamo che Enea la fa troppo tragica - un po' troppo paraculo! Coi tempi che corrono, preferisco la seconda!

tremendamente gio ha detto...

tra tutti la spunta fossati : "Scusa se non telefono
ma ho già il mio bel daffare
a non morire"... queste sono scuse credibili!! ciao gioietta

velenero ha detto...

Vabbè, Enena ha più classe... ma solo perché a scrivergli i testi c'era Virgilio!

rainbowsparks ha detto...

però pensa,per assurdo Enea non l'ha cagato di striscio,mentre tutti quelli che han visto il film (e tutte quelle che lo hanno visto) sanno che comunque a quegli occhioni disperati non si può mica sparare in mezzo...
la vera soluzione però è: tutta solita fuffa maschile.