5.10.06

Chi fa da sè fa per tre(nta)

Scrivo stanca, e soddisfatta.
Perchè miss pigrizia è riuscita a darsi un po' di sana disciplina e soprattutto perchè questa disciplina non è andata alle ortiche.
Non ho fatto tutto da sola-da sola.
C'era mia mamma che ingoiava in silenzio i miei pareri politici,c'era l'amica con trentotto di febbre che veniva da me a chiedermi la guerra fredda (e i fazzolettini di carta).
La nonna che si affidava a Dio, io che ho stressato i miei amici e ne ho bonariamente picchiato qualcuno, nella notte di sabato.

La cosa più allucinante comunque è stato lo stato in cui sono stata tra ieri notte e stamattina alle nove,ora del temibile orale di storia contemporanea.
Ieri sera, mentre guardavo Ballarò con un occhio e Johnny Depp con l'altro, mi sono messa a navigare su internet ed ho trovato nientepopodimeno che un sito revisionista.
Cose in cui dicevano che gli ebrei andavano nelle doccie a togliersi i pidocchi,altro che gas.
Ci sono rimasta male,male, ma così male che l'ho osservato con occhio vitreo per cinque minuti prima di riprendere lucidità.
Quando sono andata a letto,ho sognato di trovarmi nella platea di Ballarò (ovviamente),interrogata da un Floris particolarmente ferrato sulla guerra fredda,e mi comportavo come la Prestigiacomo della Cortellesi.
Sognato...in stato di dormiveglia,ecco. niente fase Rem.

La mattina mi vesto in modo quantomeno unusuale,camicia celeste e maglioncino cartadazucchero molto professional, e me ne vado verso l'università.
Tesa più del normale,e stanca da una notte a difendermi dalle implacabili domande del mini-giornalista, quando io volevo solo dormire,mannaggia a lui,e ai miei sogni,e al fatto che ogni tanto mi trovassi con gli occhi spalancati senza sapere il perchè,prima di ripiombare tra le domande.
Non mi sentivo sola,mentre andavo a fare l'esame,e non sto nemmeno poeticamente pensando alle anime di chi mi vuol bene.
Nel semidelirio c'eravamo tutti:
Io, alla mia destra Rosa Luxemburg con la sua gonna a scacchi prima di essere accoppata,alla mia sinistra Anna Kuliscioff perchè noi donne,si sa,siamo solidali e si marcia insieme per il sol dell'avvenir.
Poco dietro Turati,che proprio star lontano dalla morosa non ci riusciva,e con lui anche metà dei massimalisti del partito,che tentavano di farlo incazzare senza riuscirci.
Craxi aveva provato a parlargli,a Turati,a spiegargli che lui era dei loro,ma non lo aveva convinto,così camminava un po' defilato dietro, Martelli a mezzo centimetro e Andreotti che gli bisbigliava qualcosa.
Baffone Stalin si stava pestando con Lenin, e se le davano di santa ragione,tra l'altro,ma seguivano il corteo.
McCarthy stava affilando coltelli,ma il patto era che all'esame si andava tutti insieme,e niente colpi di testa.
Hitler mi aveva fatto omaggio dei suoi acquarelli davvero deliziosi e Mussolini aveva un muso così perchè si sentiva inferiore e non lo voleva ammettere.
Yeltsin bevucchiava seguendo il corteo, Allende era sorridente e pacifico, Kennedy stava perfino familiarizzando con Castro.
Berlinguer aveva su il suo maglione preferito e un'espressione rassicurante, Gramsci gli occhialini sexy e Aldo Moro indossava il suo miglior contegno.
Garibaldi e Cavour non si guardavano mai in faccia,ma evitavano di litigare,perchè all'esame si andava tutti insieme, e Obbedisco dovevano dirlo a me,se mai.
Bismarck aveva provato a rompere i coglioni,sussurrandomi che ci avrebbe pensato lui,che tutta sta gentaglia era inutile,che lui sapeva cosa fare,quando farlo e come farlo,e che una donna non si deve immischiare di politica (guardando malissimo la Luxemburg).

Ogni passo che io facevo materialmente,spiritualmente tutta quest'armata brancaleone lo faceva con me.
E sebbene prima dell'esame tutti si fossero messi a parlare in comtemporanea (ma anche di più di quelli nominati) e io non capivo più niente, la prof è stata cortese,molto cortese,e al momento opportuno non ci sono stati particolari disordini mentali.

Tutto è bene quel che finisce bene, no?
Anche se forse -forse- non è esattamente finito...

3 commenti:

velenero ha detto...

Grande rainbow!

Ma in che senso non è finito???

rainbowsparks ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Francesco ha detto...

Bene, bene, bene... complimenti;)